top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

C’è grande attesa in casa Football Club Frascati per la nuova Prima categoria


Nelle scorse settimane il presidente Laureti ha dato il via a una profonda rivoluzione scegliendo di separare le


strade con mister Andrea Scotini e con tanti ragazzi del vecchio gruppo. La


squadra è stata affidata a Claudio Tripodi, già responsabile del settore


giovanile del club tuscolano. “Da due settimane sto lavorando con i ragazzi


– dice l’allenatore - Siamo inevitabilmente un po’ in ritardo, ma stiamo


cercando di creare una amalgama di gruppo. A maggio avevo già accennato al


presidente Laureti quale fosse la mia idea sulla prima squadra e cioè


quella di mettere i giovani al centro del progetto del Football Club


Frascati. Dopo aver preso la decisione su mister Scotini e la conformazione


del gruppo, il presidente mi ha chiesto se me la sentivo di guidare la


Prima categoria e io mi sono messo a disposizione, iniziando la ricerca di


diversi ragazzi. Al di là di un paio di elementi un po’ più esperti, è


stata formata una rosa di ragazzi giovani e molto validi, ma non ho alcun


timore a scommettere su di loro. Ci ho messo la faccia e sono convinto che


possiamo fare bene, come è stato fatto nel settore giovanile agonistico che


ad oggi conta su dieci squadre e circa 250 ragazzi: numeri che pochi club


possono vantare. Proprio in virtù di questo lavoro, l’idea del Football


Club Frascati è quella di dare la possibilità ai ragazzi più validi del


nostro settore giovanile di arrivare in prima squadra, cosa che già è


avvenuta per diversi elementi che fanno parte dell’attuale organico”.


Tripodi è molto contento della disponibilità dei componenti della Prima


categoria: “Sono ragazzi che hanno sposato la causa, in uno degli ultimi


allenamenti mi hanno chiesto pure di rimanere in campo un po’ di più


dimostrando entusiasmo ed abnegazione. In molti pensano che ci manchi


esperienza e che in questo modo si possa rischiare, ma mi sento il capo di


una “brigata di ragazzi” e poi sarà il campo a dirci cosa avremo meritato”.


Domenica è tempo di debutto, sul difficile campo della Cavese: “Facciamo


visita ad una delle squadre più attrezzate del girone, ma noi abbiamo


rispetto di tutti e paura di nessuno. Sono convinto che i ragazzi daranno


il massimo, in ogni caso il campionato è lungo e sapremo farci valere”


conclude Tripodi.



--


Area comunicazione


Comentarios


bottom of page