top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

Intervista a Veronica Kirchmajer, artista, cantante ed amante del teatro e dalla danza

Come nasce in Lei la passione per la musica? 

Da piccola ho frequentato una scuola a indirizzo musicale dove ho avuto modo di studiare pianoforte e musical; da quel momento in poi ho iniziato ad appassionarmi alla musica!Devo molto però anche ai miei genitori e in particolare a mia madre, autrice che ha collaborato con cantautori del calibro di Franco Califano, Renato Zero, Paolo Limiti…

Cosa significa per Lei cantare? 

Il canto mi aiuta ad esprimermi, è un modo per esternare le mie emozioni senza alcun tipo di pregiudizio!

Il Suo volto, esprime l'essere acqua e sapone. Oltre la musica, cosa cerca dalla vita?

 Beh sinceramente cosa cerco ancora non lo so, spero però di riuscire a stupirmi sempre e a mantenere questo atteggiamento di stupore e leggerezza!

Musica, danza, teatro. Cosa consiglia alle nuove generazioni quando si vogliono raggiungere degli obiettivi? 

In base alla mia esperienza mi sento di dire che bisogna lavorare tanto, impegnarsi e non perdere mai di vista l’obiettivo che ci prefiggiamo! A volte può essere stancante e demotivante il fatto di non riuscire ad ottenere subito risultati importanti ma sono certa che attraverso l’impegno e la dedizioni i risultati si ottengono sempre!

Obiettivi professionali per il futuro ?

 Conto di pubblicare il mio primo EP entro quest’anno!

La canzone che sente più Sua e che si avvicina a qualche ricordo?

 Non riesco a pensare ad un solo brano, in realtà ce ne sono tanti che mi ricordano periodi di vita diversi ma forse un brano che mi sta particolarmente a cuore è Fix you dei Coldplay perché mi ricorda un mio caro zio che è venuto a mancare prematuramente.


Comments


bottom of page