top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

ELEZIONI EUROPEE, ASTENSIONISMO E POCHE PREFERENZE DENTRO LE URNE. I TIMORI DEI PARTITI


Mai come questa volta le Elezioni Europee, sono distanti dai cittadini.

L' Europa è chiamata al voto ma la stessa Europa, cerca il Suo Popolo.

La Politica Europea non viene assolutamente percepita e sopratutto la riflessione che ogni cittadino Italiano attua è quella di capire, il ruolo dell' Italia.

I Leader Nazionali dei Partiti, temono fortemente l' astensionismo e la mancanza delle preferenze dentro le urne.

La maggior parte dei Candidati alle Elezioni Europee, sono sconosciuti e non si vede nessuna campagna elettorale a pochi giorni dal voto.

Gli Eurodeputati Italiani che andranno in al Parlamento Europeo, saranno in grado di cambiare l' Europa?

Ricordiamo che attualmente l' Italia non è in grado di modificare una Legge del 2008 che prevedeva la sessione elettorale nel periodo estivo.

Per l' emergenza Covid degli anni 2020 e 2021, molti Comuni Italiani andranno a votare dopo 6 anni, nonostante gli stessi Comuni, subirono un prolungamento di 4 mesi negli anni citati, in quanto dal mese di Giugno, si votò ad Ottobre.

Gli stessi Comuni, si vedranno la scadenza ad Ottobre e voteranno al mese di Giugno successivo.

Per attuare tale modifica, ci vogliono 5 minuti.

Un Governo che non riesce ad attuare tale modifica, così come il rilancio delle Province, può modificare l' Europa?

Riflessioni che il popolo Italiano dovrà attuare.

Cittadini Italiani, preferiranno il mare o le urne?

La Redazione


Comments


bottom of page