top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

Grottaferrata, continua la presenza attiva dell’area moderata

Riceviamo e pubblichiamo


COMUNICATO STAMPA

Ha attirato l’attenzione di moltissimi Cittadini il gazebo posizionato a Grottaferrata, zona Largo del

Popolo, nella mattinata di sabato 27 maggio. I rappresentanti de “La Comunità alla Base”, del

Comitato “Fare bene a Grottaferrata”, del Movimento politico “Libertas” e di Forza Italia, hanno

allestito un punto informativo, esponendo un manifesto dal titolo emblematico (“346 giorni di

nulla, anzi peggio!”), a commento della situazione politico-amministrativa.

Nel manifesto è stata evidenziata “l’imbarazzante incompetenza politico-amministrativa” che

traspare dai vuoti stereotipi continuamente recitati dal Sindaco ai quali, purtroppo, non ha sinora

corrisposto alcuna concreta soluzione delle problematiche che attanagliano la Città.

Posta in risalto anche la sconclusionata “Babele” che sostiene la Giunta “dallo striminzito PD agli

pseudo-civici con la casacca di Fratelli d’Italia sotto la t-shirt arcobaleno, passando per gli

entusiasti ecologisti che si indignano per la mancanza dell’idrometro nel Lago di Albano e sognano

il biolago a Capodarco”, a cui non corrisponde la totale assenza dell’opposizione.

Il manifesto, inoltre, ha circostanziato le palesi contraddizioni che albergano dentro Palazzo

Consoli, in particolare sul tema della partecipazione, una delle tematiche più sbandierate dal

Sindaco in campagna elettorale con la promessa (rimasta tale) di applicare il principio del Freedom

of Information Act, ossia la massima libertà di accesso ed informazione per i Cittadini. Accesso

sistematicamente impedito con assurdi quanto immotivati dinieghi, tra i quali spicca la presunta

“secretazione” degli atti relativi all’Accertamento Tecnico Preventivo ex art. 696 c.p.c.

modificativo della Convenzione urbanistica ex Traiano, i cui contenuti, ove attuati, potrebbero

causare un gravissimo danno erariale di circa 6.000.000,00 di euro, oltre alla mancata demolizione

dell’ex mercato coperto comunale.

I Gruppi civici e Forza Italia hanno altresì esposto un dettagliato Report su alcune delle attività

svolte (riapertura ufficio postale in Via Vecchia di Marino; mancata acquisizione appartamenti

comunali in Via R. Calabro; ATP ex Traiano; richiesta fondi PNRR; nuclei edilizi abusivi;

appartamenti ATER di Colle Sant’Antonio in vendita all’asta; acquisto ex cinema Alfellini;

procedure di affidamento di incarichi professionali). Proseguita anche la raccolta firme a sostegno

della proposta di Delibera per la demolizione dell’ex mercato coperto comunale.

Il gazebo informativo, conferma che a fronte dell’inesistenza della minoranza in Consiglio

comunale, l’attività propositiva, di iniziativa e di controllo svolta dal raggruppamento civico e da

Forza Itali costituisce l’unico riferimento credibile per tutti quei Cittadini che non trovano ascolto

nel desolante scenario politico locale, annientato da anni di inciuci sovracomunali che hanno

provocato la deriva politico-amministrativa ed il progressivo abbandono del Territorio.

“La Comunità alla Base”, il Comitato “Fare bene a Grottaferrata”, il Movimento politico “Libertas”

e Forza Italia, continuano l’attività di informazione verso i Cittadini proseguendo, al contempo, nel

processo di aggregazione delle forze politiche e civiche alternative al finto-buonismo dei sinistri

inquilini di Palazzo Consoli. Soprattutto marcando la netta distanza da ogni forma di complice

silenzio ed opportunismo politico.

30 maggio 2023


LA COMUNITÁ ALLA BASE

MOVIMENTO POLITICO LIBERTAS

COMITATO FARE BENE A GROTTAFERRATA

FORZA ITALIA


Comments


bottom of page