top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

Grottaferrata-Start up e imprenditoria: l’amministrazione incontra gli studenti del Liceo Touschek


Un avvicinamento concreto al mondo delle start up ed all’imprenditoria giovanile. Questo è il riassunto della mattinata di ieri, 18 aprile, nella quale gli studenti del Liceo Scientifico Bruno Touschek di Grottaferrata hanno scoperto cos’è una start up e come sviluppare le loro idee.

Il workshop in collaborazione con Peekaboo Società Benefit Srl, azienda leader del settore ed incubatore certificato e Benefit Corporation, è stato organizzato dall’Assessore al Bilancio, Patrimonio e Start-up Alberto Rossotti in collaborazione con la Consigliera comunale Giulia Vinciguerra.

L’amministratore delegato di Peekaboo, Paolo Napolitano, ha in prima battuta illustrato ai ragazzi le nozioni di base sulle start up, ed in seguito li ha stimolati al pensiero creativo imprenditoriale con una simpatica sfida: la Marshmallow challenge. I ragazzi, divisi in gruppi, hanno costruito in 18 minuti la torre più alta possibile che si autosostenga utilizzando i seguenti materiali: 1 marshmallow; 20 spaghetti; 1 metro di spago; 1 metro di nastro adesivo. Il marshmallow doveva essere collocato in cima alla struttura.

Lo scopo di questa sfida è stato far capire ai ragazzi l’importanza del lavoro di squadra e del pensiero creativo, per spingersi a raggiungere gli obiettivi nei tempi prestabiliti ed in modo intelligente.

Queste le parole di Paolo Napolitano al termine del workshop: “Tra gli imprenditori che hanno successo in Silicon Valley è molto comune la pratica del “giveback”, ovvero portare avanti delle attività per restituire al territorio almeno una parte del valore che hanno ricevuto durante la loro formazione. Seguendo lo stesso principio, mi ha fatto un enorme piacere condividere parte della mia esperienza professionale con gli studenti Liceo Scientifico B.Touschek di Grottaferrata, che ho frequentato ormai venti anni fa. Il concorso di idee per gli studenti delle scuole è solo il primo passo di una visione più grande per creare una piccola Silicon Valley nei Castelli Romani, a partire da Grottaferrata. Ma per farlo è fondamentale fornire ai giovani gli strumenti necessari a innovare e valorizzare il territorio, al fine di creare un ecosistema territoriale che possa generare lavoro anche a livello locale .

“Le prospettive di un avviamento concreto dei giovani al mondo imprenditoriale sono ampie. Considerato l’ottimo risultato odierno, abbiamo in programma il lancio di un concorso di idee innovative di promozione del territorio tra i ragazzi di Grottaferrata o che frequentano gli Istituti scolastici del nostro Comune, con premi ai primi classificati ed un aiuto concreto e fattivo nello sviluppo dell’idea migliore – sostiene l’Assessore Rossotti –. Ringrazio inoltre Paolo Napolitano, che si è speso gratuitamente per questa iniziativa credendo nel progetto sin dall’inizio, e dandoci la disponibilità di accompagnarci nella fase successiva del concorso di idee.

“Da giovane imprenditrice partita da zero, so quanto può essere importante il giusto supporto nella fase iniziale di un’attività. Inoltre, la stimolazione del pensiero creativo nei giovani può essere determinante per il loro percorso: possono venire a contatto con un mondo che può diventare la loro vita dopo gli studi.”, afferma la Consigliera Giulia Vinciguerra.


Comments


bottom of page