top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

LE BIBLIOTECHE ITALIANE PROTAGONISTE DEL BIC

FESTIVAL DEDICATO ALL’INNOVAZIONE

E ALLA CONDIVISIONE DI ESPERIENZE

Comunità, partecipazione, inclusione, innovazione, condivisione, valore. Sono queste alcune delle parole 

chiave della prima edizione di Bic, Biblioteche- innovazione,- Comunità, festival in programma il 15 e 16 

settembre allo spazio Daste di Bergamo. Protagoniste le biblioteche italiane in questa città che insieme a 

Brescia è Capitale della Cultura 2023. L’importante evento organizzato dalla Rete delle Reti, movimento 

nazionale di cooperazione tra Sistemi Bibliotecari è stato illustrato in una conferenza stampa tenutasi l’11 

settembre scorso nella Sala Spadolini presso il Ministero della Cultura che ha concesso il patrocinio alla 

manifestazione. All’incontro di presentazione con la stampa non ha voluto far mancare il suo contributo il 

Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, sottolineando nel suo breve ma incisivo intervento il valore della 

lettura nella formazione di ognuno.”Devo tutta la mia vita, la mia attività e la mia felicità ai libri – ha affermato 

il Sottosegretario – non posso che essere contento di introdurre un’iniziativa che parla di libri, di cultura, di 

lettura e di biblioteche . Ognuno di noi trova nel libro un’ancora di salvezza, la consolazione della conoscenza. 

Chi non legge è indifeso e chi è indifeso è in pericolo- ha sottolineato Sgarbi – Una casa senza un libro è una 

casa in cui domina il male. Vi auguro quindi di ubriacarci di libri!”. “L’avere ospitato al Ministero la 

presentazione del Bic e la presenza del Sottosegretario alla Cultura è un segnale che la nostra iniziativa ha un 

valore riconosciuto e riconoscibile e questo ci fa ben sperare – ha affermato Giuseppe De Righi, presidente in 

carica della Rete delle reti e del Sistema Castelli Romani- Ci piacerebbe, infatti che anche lo Stato intervenga a 

sostegno delle biblioteche e dei Sistemi bibliotecari, che attualmente fanno capo alle Regioni. Bic (Biblioteche 

Innovazione comunità)- ha sottolineato De Righi - non è solo l’occasione per realizzare il mandato dei 

contributi riconosciuti ai sistemi bibliotecari dal Ministero della Cultura sul Fondo della Promozione della 

lettura per la condivisione delle nuove pratiche tra le biblioteche, ma risponde al dettato dello Statuto della Rete

delle Reti che prevede che l’Associazione faciliti lo scambio per far crescere tutta la comunità bibliotecaria 

italiana”. Alla conferenza stampa, a rappresentare tutti i 17 comuni soci del Consorzio SCR c’erano l’Assessora

alle Biblioteche del Comune di Albano Laziale Maria Cristina Casella, il Presidente del Consiglio Comunale e 

delegato alla Cultura del Comune di Lanuvio Alessandro De Santis, il Presidente del Consiglio Comunale di 

Frascati Corrado Spagnoli. Il calendario di Bic comprende convegni, ignite talks durante i quali i relatori 

avranno cinque minuti a disposizione per parlare delle loro idee e dei loro progetti, approfondimenti, tavole 

rotonde, presentazioni di iniziative, scambi di esperienze Tra gli ospiti d’onore del Festival il filosofo Telmo 

Pievani, l’esperto in menagement e progettazione culturale Alessandro Bollo, Adama Sennah, cofondatore e 

amministratore delegato di Moleskine Foundation e in collegamento dal Texas David Lankes il guru americano

della biblioteconomia di comunità. Non mancheranno momenti dedicati al grande pubblico, come il talent 

letterario “Incipit offresi”, che vedrà la prima tappa del campionato itinerante per aspiranti scrittori proprio al 

Bic, e lo spettacolo “Colazione da Tiffany” a cura di “Fiato ai libri”. La due giorni di Bergamo sarà quindi un 

evento culturale importante. Ricordiamo infine che la Rete delle Reti, movimento nazionale di cooperazione 

tra sistemi Bibliotecari raggruppa più di 6 mila biblioteche in tutta Italia: 24 reti bibliotecarie, 445 Comuni, per 

un bacino di circa 7 milioni di cittadini.

Maristella Bettelli


bottom of page